Yoast SEO: Potenziare il SEO WordPress

WordPress è tra i CMS più usati al mondo con circa il 30% di utilizzo nel web. Questo si deve alla sua semplicità, personalizzazione ed estensione attraverso plugin, il sistema di template grafico e la sua qualità di codice SEO per i motori di ricerca. Come fare per migliorare l’indicizzazione del nostro sito se utilizziamo WordPress CMS?

Con più di 45000 plugin troverete moltissime alternative per ogni esigenza, tra queste c’è SEO by Yoast e oggi vedremo come utilizzarlo al meglio nel nostro sito per ottenere un codice SEO che ci permetta di essere indicizzati e trovati dagli utenti su determinate parole chiave.

A COSA SERVE SEO BY YOAST?

Con più di 5 milioni di installazioni, SEO by Yoast è il plugin di riferimento per il SEO WordPress ed è gratuito (con una versione premium a circa 70$ che espande alcune funzionalità e permette analisi con più keyword e dati). Ci permette di personalizzare e migliorare le configurazioni SEO per tutte le pagine o articoli (comprendendo anche sezioni custom, immagini o altro presente nel sito), supportandoci anche con dati e informazioni sulle parole chiave scelte e come sono inserite nel testo, tra le altre funzionalità:

  • punteggio SEO con analisi alt, title, paragrafi, quantità di testo e keyword e molto altro
  • configurazione OpenGraph e social share
  • configurazione generale SEO del sito
  • creazione e gestione automatica sitemap.xml

Per scaricarlo, dal pannello di controllo di WordPress andiamo su Plugin > Aggiungi Nuovo e cerchiamo “SEO by Yoast”, poi installiamo e attiviamo.

SEO Yoast WordPress - pagina iniziale
SEO Yoast WordPress – pagina iniziale

INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE SEO

Cosa fare dopo averlo attivato? Prima di sfruttare al massimo il plugin è necessario fare qualche scelta SEO e impostare una configurazione di partenza e generale per tutto il sito. Per farlo, andiamo (sempre dal pannello di controllo WordPress) su Yoast > Generale > Funzionalità e attiviamo le funzionalità che ci servono (al minimo vi consiglio: SEO analysis, analisi leggibilità, contatore di link nei testi, sitemaps xml).

SEO Yoast WordPress - Funzionalità Generali
SEO Yoast WordPress – Funzionalità Generali

Dalla tab successiva, Strumenti per Webmaster, potrete collegare il sito al codice di verifica Bing, Google o Yandex in maniera automatica su tutto il sito.

Le altre configurazioni generali (e non per singola pagina/articolo) sono alla pagina Yoast > Search Appearance (per la scelta dei titoli, descrizione, sitemap e altro) e Yoast > Social (per tutte le informazioni e impostazioni relative ai social).

SEO Yoast WordPress - Search Appearance
SEO Yoast WordPress – Search Appearance

Dalla pagina Search Appearance è possibile configurare tutti i dettagli di titoli e descrizione per ogni tipo di contenuto (articoli, pagine, media, custom post type ecc). Consiglio di completare e verificare tutte le impostazioni perchè sono importanti nei risultati SEO, potete anche lasciare i valori già inseriti in molti casi.

In pratica la sezione permette di determinare quali contenuti vanno seguiti da Yoast e quali non sono importanti, ci permette di automatizzare titoli e descrizioni per tutti i tipi di contenuto utili. Se non vogliamo avere i tag wordpress nei risultati di ricerca basterà escluderli (verranno tolti dalla sitemap e quindi non indicizzati).

SEO Yoast WordPress - Social
SEO Yoast WordPress – Social

Dalla pagina Social invece si potrà configurare tutti i dati utili per i canali social e la condivisione dei contenuti. Importante è attivare le tab Facebook, Twitter e Google+ (o Pinterest se usato) in modo da sfruttare anche l’indicizzazione e lo share dei canali social, oltre al SEO Google.

UTILIZZARE SEO BY YOAST

Le configurazioni fatte in precedenza creano link e impostazioni SEO automatizzate per tutto il sito, oltre a determinare cosa è importante e cosa no. SEO by Yoast non si ferma qui però, per ogni contenuto (pagine, articoli o altro) è presente un box per impostare i parametri SEO utili. Se proviamo a creare una nuova pagina (o a modificare una già creata), vedremo in fondo alla pagina un nuovo box:

SEO Yoast WordPress: impostare i contenuti SEO individuali
SEO Yoast WordPress: impostare i contenuti SEO individuali

Il plugin crea già titolo e descrizione prendendoli in modo automatico dal contenuto, crea anche automaticamente i tag utili ai social. Dal box possiamo sovrascrivere e mirare i contenuti SEO rispetto alle scelte fatte nelle impostazioni generali.

Partiamo dal scegliere una parola chiave inserendola nel box alla voce “Parola chiave principale”. Una volta scritta il plugin farà una serie di analisi per capire come la parola chiave si integra al sito, fornendoci un punteggio SEO (rosso = scarso, arancione = migliorabile, verde = ok) e una serie di analisi testuali per capire come migliorare e incrementare il valore SEO della pagina rispetto alla parola chiave fornita. La versione premium di SEO by Yoast permette di impostare più parole chiave, la versione free si limita a 1 per pagina.

SEO Yoast WordPress - Analisi SEO
SEO Yoast WordPress – Analisi SEO

Alcuni suggerimenti SEO per concludere:

  • cercate sempre di impostare singolarmente i valori SEO, cioè per tutte le pagine e articoli (il resto dei contenuti ha importanza minore). Titoli e descrizioni scritte automaticamente non vengono recepiti e non hanno lo stesso punteggio di qualcosa fatto a mano.
  • impostate e verificate sempre la condivisione via social dei contenuti. Opengraph e Twitter possono aiutare la condivisione degli articoli perchè aggiungono immagine e testo coordinati quando vengono condivisi, migliorando l’appeal dei nostri link nel mondo social.
  • togliete dalla sitemap i contenuti non utili per avere meno ma più di qualità. Questo è possibile farlo dalle impostazioni generali del plugin.
  • una volta completato il lavoro SEO, cercate di seguire l’andamento della parola chiave e la vostra posizione per capire se le strategie scelte stanno funzionando o meno, ricordando sempre che il SEO non è solo questione di plugin o specifiche tecniche, “content is the king”.

Lascia un commento